Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

domenica 12 dicembre 2010

12 DICEMBRE



E' la vigilia del giorno di Santa Lucia, per i bambini è la notte più lunga che ci sia. Non vedono l'ora che venga il mattino per vedere se Santa Lucia ha esaudito i loro desideri, perchè non sono tanto sicuri di essere stati buoni e i doni arrivano solo a chi si è comportato bene, agli altri solo carbone, dolce, ma carbone. Questa sera i bambini vanno nelle case di parenti ed amici suonando un campanellino a portare un piatto con sale e farina gialla per l'asinello di Santa Lucia e il giorno successivo passano nuovamente a vedere se la Santa ha lasciato qualche gioco o qualche dolce. Ultimamente qualcuno aggiunge anche qualcosa per Santa Lucia come caffè o biscotti e questa nuova usanza la trovo molto interessante.





La piccola vuole trovare i suoi doni sulla credenza ed ha appoggiato qua i biscotti per S. Lucia.
(G.)

2 commenti:

  1. E' davvero una magia per i bimbi, ma devo dire che anche a me piace andare da mia mamma a vedere se qualche dolcetto l'ha lasciato anche per me ... e così è stato anche quest'anno! Si vede che sono stata brava:-))))

    RispondiElimina
  2. Quanta emozione ed eccitazione... La mia piccola era eccitatissima, suonava forte forte il campanellino ed ascoltava in silenzio S.Lucia che parlava al balcone. " Era "straparente" e ha detto di andare a letto presto presto..." Ma il più agitato stamattina era il mio figlio di mezzo: tremava, ma non per il freddo come diceva lui... Non posso far altro che pensare che stanno facendo tutto ciò che facevo anch'io da piccola. Bellissimo!

    RispondiElimina