FARE FILO'...

Nel post precedente avevo parlato del nostro incontro in montagna con un nome per noi usuale, il filò. "Fare filò" è un modo di dire che usiamo correntemente dalle nostre parti per dire " incontrarsi, chiacchierare, trovare qualcosa che ci accomuna." Se si vedono due donne che chiacchierano, ridono e magari spettegolano un po', gli si può chiedere: " Che fate, filò?"
Valentina di "la matassa e il gomitolo"  ha commentato il post dicendo che, al suo paese, stanno riprendendo questa abitudine e questo è molto bello. Mi sono accorta, però, che qualcun' altra non conosceva il significato di questa parlata dialettale e mi sono detta che forse potevo raccontare loro qualcosa.
Immagine da Google perché non ne ho trovate inedite...
Facevano filò le donne che un tempo si trovavano presso una stalla, in paese, e, alla debole luce delle candele o del fuoco acceso, sferruzzavano, ricamavano, lavoravano all'uncinetto ma cucivano anche i pantaloni rotti di figli e mariti, rammendavano calze o creavano vestiti da pezzi di stoffa che loro stesse avevano tessuto. In qualche vecchio baule si trovano ancora pezzi di quella stoffa ed oggi vengono apprezzati da chi vuol rispolverare le vecchie abitudini, ma una volta era indispensabile per loro fare tutto da sole.
Le donne facevano filò la sera, perché durante il giorno c'era da lavorare nelle campagne o con gli animali
Oggi noi lo chiamiamo knit-incontro, che sembra più moderno e appartenente ad un mondo di globalizzazione, ma in fondo il significato è assolutamente lo stesso.
Ci incontriamo come allora per condividere, per confrontarci, per scaricare le tensioni... Mi capita qualche volta di pensare a queste donne che sicuramente saranno state  più stanche di noi, ma che trovavano sempre il tempo di incontrarsi, di scambiare opinioni, di ridere o piangere di ciò che succedeva, di cantare insieme alle altre, di ballare, di sognare, di mangiare insieme quello che c'era, di gustare la vita per ciò che era... Quando ne parlano il loro viso si illumina, sorridono e ripensano in modo gioioso a quei momenti.
Ho l'impressione che anche per loro fosse un modo di prendersi uno spazio per se stesse, come facciamo noi quelle volte che riusciamo a trovarci...
E allora facciamolo più spesso, male non ci farà...
A domani per un altro knit-incontro...
Lara

Commenti

  1. Grazie per la spiegazione, mi ha quasi commossa l'immagine di queste donne che si ritrovavano insieme. Qui in città, chi vuoi che si incontri per cucire, lavorare, chiacchierare?
    Abbiamo perso anche questo, che di certo doveva essere un'occasione anche per l'anima.

    RispondiElimina

Posta un commento

Pinterest

Pinterest
Curiosa nel mio pinterest

Post più popolari