Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

venerdì 17 settembre 2010

Sorprese

Oggi, giovedì 16 settembre 2010, il nostro incontro è stato a dir poco ricco di piacevoli sorprese. La prima in assoluto è stata quella di poterci ritrovare fresche e pimpanti dopo la serata- knit di ieri, terminata dopo mezzanotte. Era la prima volta che facevamo così tardi ed è stato un vero piacere, e una di noi è riuscita addirittura a cucire in meno di 24 ore un bellissimo porta mollette con tanto di addobbi all’uncinetto, che ha convinto proprio tutte.

La seconda sorpresa, non per ordine d’importanza, è stata la presenza della “nostra” nonna con gli occhi azzurri, sempre più azzurri, che ci ha fatto sognare, immaginando di poter arrivare come lei a lavorare per sempre. Ha fatto una bella passeggiata, ha raccolto i lamponi, ha osservato i nostri lavori, ha fatto mille e mille complimenti, ha riso con noi e sembrava proprio a suo agio. Per noi è sempre una grande occasione poterci confrontare con lei e con la zia che danno sempre consigli utili dettati dalla loro grande esperienza.

Un’altra sorpresa è arrivata pochi momenti prima del nostro incontro, in una deliziosa scatola di latta. Erano, perché li abbiamo mangiati tutti, dei buonissimi biscotti ancora caldi, fatti in casa da una cara amica. Alla scatola di bontà era attaccato un bellissimo messaggio, scritto con il cuore e letto con il sorriso. Diceva così: “Vi ringrazio moltissimo per l’invito al vostro knit pomeridiano. Mi dispiace di non poter essere presente. Il vostro filo magico mi unisce comunque a voi. Un abbraccio a tutte…. “ Speriamo di poter condividere presto con lei almeno qualche momento di questo meraviglioso relax.

Altra sorpresa è dedicata a chi legge il blog, a chi guarderà questa foto con tre meravigliosi lavori appena terminati. La nostra esperta ha saputo prendere il modello così ben strutturato dei gilet da una fotografia ed è stato un successone, perché ne hanno fatti ben cinque…

La meravigliosa opera attorno al collo sarà un altro progetto da ripetere… Buon Lavoro alla prima che lo inizierà.

Ma la sorpresa più grande me la dedico ed è stata quella di sentire la mia piccolina che con un filo di voce mi chiedeva “ Posso provare anch’io?” La maestra l’ha presa in disparte, le ha dato il suo uncinetto ed un bel filo rosa e le ha spiegato come fare per far passare il filo nella catenella.

Quella sarà la persona che sempre ricorderà per averle insegnato a fare i primi punti. A me stessa ho dedicato il piacere di vederla così concentrata e di farle alcune foto, oltre alla commozione del momento.

Tutte queste sorprese hanno riempito così tanto la giornata da non saperci più orientare, ma era una sensazione davvero MAGICA!

Grazie e alla prossima….

10 commenti:

  1. che meraviglia! che tenerezza!
    i bambini guardano e imparano, non è sempre stato l'esempio la miglior scuola?

    RispondiElimina
  2. BRAVE, CONTINUATE COSì!!!!

    RispondiElimina
  3. Zia, il tuo blog mi piace sempre di più. Lo guardo ogni giorno da qui, ed é diventato un nuovo legame con casa, casa mia, nostra, di tutte noi.
    un abbraccio stretto stretto

    d.

    RispondiElimina
  4. Bellissimo ... credo che quest'inverno inizierò una sciarpona di quelle che mi piacciono tanto anche se non sono capace di lavorare a maglia ...in tal caso vi mostrerò i miei risultati ... per adesso vi dico solo che ormai leggo il blog quasi ogni sera ...
    A presto

    RispondiElimina
  5. Ah dimenticavo i gilet sono a dir poco fantasticosi ...
    Brave

    RispondiElimina
  6. che bello questo post!
    nella foto di te con la piccola si legge tutto l'impegno che ci mette nell'imparare! e poi il partire dalla nonna per arrivare ad una bambina di pochi anni che impara, dà proprio l'idea che niente vada perso...
    bello bello

    RispondiElimina
  7. Quanti bellissimi commenti, e tutti così sinceri! Non pensavamo proprio di riuscire ad annodare un filo tanto spesso in così poco tempo! Le passioni condivise, anche quelle apparentemente più semplici, danno gioia e possono solamente muovere altra gioia, e altra ancora. Per farci sentire tutti "a casa", ovunque ci troviamo.

    RispondiElimina
  8. Post che commuove e riempie il cuore, nel ricordo di tutte le emozioni che abbiamo vissuto, anche ieri, e che SOLO TU potevi rendere in foto e parole, come hai fatto.
    GRAZIE!

    RispondiElimina
  9. Questo blog è fantastico! non solo viviamo momenti intensi di emozioni bellissime, ma li riviviamo nuovamente seguendo foto e commenti.Grazie zia G !

    RispondiElimina
  10. avete nella vostra semplicità dato il senso della vita.

    il sapere,la conoscenza,l'esperienza che passa dall'anziano al giovane;nulla va perduto nella continuità di questi lavori.
    uhhhhhhhhhhh basta mi sento troppo filosofa stamane.
    un abbraccio a tutte

    RispondiElimina