Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

venerdì 10 settembre 2010

Incontri

Tutti noi, nel corso della nostra vita, incontriamo innumerevoli persone. Alcune ci sfiorano solamente, ma con altre condividiamo qualcosa: il lavoro, le amicizie, gli affetti, sono tutti fattori che ci fanno incontrare gli altri. Con alcune persone il legame è sfuggevole, privo di fondamento, ma con altre riusciamo a costruire rapporti forti e duraturi. Qualche persona ci ha lasciato molto della sua conoscenza e del suo modo di essere e pensare, altre, anche se le abbiamo frequentate a lungo, non ci hanno lasciato nulla. Qualcuna ci ha fatto del male, ma se siamo stati bravi siamo riusciti a passarci sopra, altre ci caricano di entusiasmo e di ammirazione ogni volta che le incontriamo.

Ogni giorno possiamo trovare negli altri uno stimolo o un momento di delusione, ma tutto questo ci rinforza, ci fa crescere…

Mi è capitato, in questi mesi, di imparare a conoscere delle persone che credevo diverse, ma che mi assomigliano per molti versi. Quando fai una scoperta del genere capisci che non esistono regole, nel rapporto con gli altri, non ci sono paletti fissi, tutto si muove e si modifica, perché le cose fisse stancano.

Mi è capitato, in questi mesi, di scoprire che avere la stessa passione può unire, ma lo può fare solo perché alla base c’è una gran voglia di imparare dagli altri, di condividere le idee, di apprezzare le cose semplici, di lavorare insieme….

Insomma, altro non so dire se non GRAZIE di aver condiviso con me tutte queste cose!

6 commenti:

  1. ma che bello questo blog! vi seguo sempre e vi invidio un sacco! lavorare, chiacchierare,tenere d'occhio i giochi dei bambini in luoghi sempre belli...mentre le mie calze iniziate ad agosto sono sempre ferme lì. mi aiutate a finirle?
    un bacio, cati

    RispondiElimina
  2. Si, volentieri. Ti aspettiamo lunedì alle 15. La location te la facciamo sapere al mattino con un SMS. Vedrai che in un battibaleno le calze saranno completate e ognuna di noi ci metterà un pizzico della propria creatività. Ti piaceranno, vedrai.

    RispondiElimina
  3. ciao Cati, sono sicura che lunedì alle 15 se non potrai essere con noi, farai di sicuro qualche ferro, ti sentirai vicina e con meno lavoro da fare, baci baci m.

    RispondiElimina
  4. Questo cesto, rappresenta noi, 4 piante più o meno diverse con un filo che ci lega come l'edera, e che stà benissimo insieme un saluto a tutte ciao m.

    RispondiElimina
  5. E' vero! Vedi l'inconscio come lavora! La composizione si è formata senza pensare a questo, ma adesso si può leggere così. Brava M.

    RispondiElimina
  6. Ciao, quando una di voi mi ha detto di andare a sbirciare questo blog ha aggiunto "quando hai un attimo, in tranquillità..." all'inizio non ci capivo niente, non ero mai entrata in un blog e non sapevo bene come funzionasse. La curiosità era tanta e così ho letto fino a quando non l'ho riconosciuta e ho continuato a leggere sempre più sorridente. A ritroso sono arrivata fino al collegamento con la Finlandia ... fantastico ... e mi vien da dire brave ... un lavoro a maglia è un insieme di intrecci, e gli intrecci sono come le relazioni, più ne allacci più sei ricca, più ne crei più sei piena dentro ... a volte alcuni lavori sono abbandonati per altri più urgenti, a volte si riprendono in mano a volte rimangono nel cesto per tanto tanto tanto tempo ... ma tutti fanno sempre parte dei tuoi capolavori, della tua vita. Quando ne inizi uno non sai mai come "verrà fuori", ma voi mi sembrate quelle che non si preoccupano tanto dei risultati ... chi sa godere dei piccoli attimi e sa apprezzare la vita riconosce nelle piccole imperfezioni l'unicità del prodotto stesso.
    Brave e buon lavoro continuerò a leggere e soprattutto guardare le foto fantastiche. A presto

    RispondiElimina