Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

martedì 18 gennaio 2011

IL PACCO

Proprio così, a volte succede che comincia ad avere la febbre un figlio, si constata che è influenza e il giorno dopo senti i brividi per la schiena e freddo che va e viene, fino a sera. Pensi che forse ti stai ammalando ma continui a fare ciò che devi fare finché…. Il mattino seguente è arrivata l’influenza, per te e anche per un altro figlio. Giornata noiosa, quindi, non si può nemmeno lavorare a maglia perché la testa scoppia ma…. Suona il telefono!

E’ proprio lei, l’amica del knit, che mi informa dell’arrivo di un pacco….



“UN PACCO?” “ MA DA DOVE?” “CHI L’HA MANDATO” “ NON LO SO, ( non vuole dirmelo subito per non togliermi la sorpresa) ORA VENGO E TE LO FACCIO VEDERE….”

In pochi minuti l’amica arriva con la scatola gialla in mano….




Un pacco? I pacchi arrivano di tanto in tanto quando si ordina qualcosa, ma al giorno d’oggi se ne conosce sempre il giorno d’arrivo e spesso anche l’ora… Un pacco inaspettato è quindi una sorpresa meravigliosa, che ti mette un po’ d’agitazione, guardi la scatola, cerchi l’indirizzo e il cuore batte come quello dei bambini che ricevono un regalo.



Quando poi nella scatola trovi della meravigliosa lana, con una dedica così speciale, tutto sembra ancora più bello. Ed ora la mia giornata ha acquistato un sapore davvero diverso, mi sa tanto che domani proverò a lavorare a maglia…



GRAZIE cara Aracne, ci hai lasciato senza parole, davvero!!!!!





“Ie 4 moschettiere” ringraziano e sorridono commosse al pensiero dell’amica di Firenze che le pensa così intensamente da inviare loro della meravigliosa lana.

8 commenti:

  1. Cara Aracne, che belle le sorprese! Sei stata splendida! Avevo un certo timore ad andare da Lara con il pacco dove tutta la famiglia è ammalata, ma ci tenevo troppo a condividere con lei (che è quella che abita più vicina a me) la bella novità! Grazie mille, un abbraccio. Graziella.

    RispondiElimina
  2. Carissima Aracne, io adoro le sorprese! E Graziella mi ha detto della tua al telefono, subito prima di andare al lavoro. Il mio pomeriggio è stato, come dire, più leggero ...
    Questo filo che ci attorciglia tutte insieme è una cosa preziosa davvero ...
    Grazie di cuore.

    RispondiElimina
  3. Cara Aracne, un GRAZIE di cuore per il bellissimo pensiero, sei stata carinissima,non potevi scegliere un regalo migliore, la lana che ci hai mandato ci riscalda il cuore. Un affettuoso abbraccio. Marisa

    RispondiElimina
  4. Buon giorno, care Amiche!
    Sono lieta di avervi sorprese e di avervi fatto cosa gradita, d'altra parte 'che la fa, l'aspetti' non è vero?
    A quando un'altra bella foto sul Ponte vecchio?

    RispondiElimina
  5. Ciao Aracne,
    io non filo la lana ma ormai mi sono attorcigliata a queste quattro donne-knit ... e devo ringraziarti perchè la tua sorpresa ha rallegrato anche me ...
    grazie

    RispondiElimina
  6. Cara Anonima Paf,
    allora siamo attorcigliate in due, queste quattro donne sono una forza!
    Grazie per le tue gentili parole.

    RispondiElimina
  7. Cara Aracne,
    speriamo di incontrarci presto anche di persona ... non hai forse in programma una visita in trentino?
    Buon proseguimento

    RispondiElimina
  8. Your blog is just full of lovely things.

    RispondiElimina