M'ILLUMINO DI MENO... 2

Questa settimana le occasioni d'incontro per noi sono state più d'una ma ribalterò l'ordine nel raccontarvele perchè mi sembra che questa abbia la precedenza, proprio per il messaggio in essa contenuto.
Qualcuno forse ricorderà che anche l'anno scorso, in occasione della giornata "M'illumino di meno" avevamo raccontato qui che cosa avevamo organizzato e com'era andata... Anche quest'anno non potevamo dimenticarcene e Marisa si è offerta per invitarci tutte.

A dir la verità la mia giornata di sensibilizzazione era cominciata già a scuola, dove da cinque anni ormai tento di far passare il concetto, in qualche caso anche riuscendoci. Comunque dopo aver visitato la centrale del CediS, azienda locale fornitrice di energia, aver intervistato i responsabili ed aver imparato quasi tutto, questa volta abbiamo preferito far lavorare manualmente i ragazzi per costruire questi porta-candela, che potevano servire la sera stessa per una cena a lume di candela con la famiglia.
E proprio a lume di candela noi del knit, ieri, abbiamo atteso il buio per sentire fino in fondo l'atmosfera.
Le bambine erano molto più organizzate di noi, con il loro cestino da pic-nic. Infatti sono così piccole, le nostre piccole, che spesso confondono le parole e il knit diventa pic-nic.

Hanno steso la coperta per fare la tovaglia, hanno posizionato tazzine e piattini rigorosamente in ceramica, 
sono entrate decisamente nella parte e per tutto il tempo ci hanno permesso di chiacchierare tranquillamente. Ci hanno solo chiesto di mettere al centro una candela accesa e di riempire di tanto in tanto una ciotolina di pop corn e... guai a chi accendeva la luce...
Difficile fare una foto al buio, senza flash, mentre tutte sono ferme! Scusate
Ho persino "finito" un pizzo alla luce della candela per poi scoprire a casa che avevo sbagliato molto prima di questa giornata... DISFATTO e ricominciato il lavoro... tranquille sarà di nuovo finito presto.
Anche la luce del fuoco acceso era motivo di calore e di luce per il soggiorno: la più piccola lo osservava (scusate la foto in movimento) e chissà se nei prossimi anni ricorderà questi momenti come noi...
Forse rende solo l'idea, perchè la piccola è scappata subito senza lasciarmi fare una seconda fotografia.
Non ci siamo certo lesinate dal mangiare anche le buonissime "chiacchiere" che Marisa aveva fatto al mattino con la sua mamma... Mi piace molto quest'idea di cucinare insieme per una festa tradizionale: è molto dolce.. soprattutto perchè resterà nel cuore...
Dopo la bellissima giornata, sempre coinvolgente e rilassante nello stesso momento, ci siamo preparate per tornare a casa, chiedendo naturalmente: "Vi è piaciuto bambine?"
Ed è stato a questo punto che la più tranquilla del gruppo, quasi la più saggia, di cui purtroppo parliamo poco, è intervenuta dicendo: " Ma voi il pic-nic non l'avete neppure fatto!"
Brava piccola, hai ragione...
Lara

Commenti

  1. Che bella idea quella di condividere una giornata speciale, dove insegnamento e piacere per piccole cose hanno fatto da padrone!

    RispondiElimina
  2. Grazie mille, Giorgia! Spero tu possa rivedere meglio il post, ora, perchè ho pasticciato un po'... A presto Lara

    RispondiElimina
  3. E' stato un piacere aver passato questa giornata magica insieme a voi, a presto..........

    RispondiElimina
  4. Che bello questo appuntamento, le piccole imparano che si possono ottenere buoni risultati se siamo in tanti a fare un piccolo sacrificio.

    RispondiElimina
  5. E' stato bellissimo, grazie a tutte! E, permettetemi, un abbraccio stretto stretto alla piccola saggia del gruppo!

    RispondiElimina
  6. Grazie Lara per avermi fatto visita! Ora sono tra i vostri followers, così posso seguire le vostre creazioni e vicissitudini!

    RispondiElimina

Posta un commento

Pinterest

Pinterest
Curiosa nel mio pinterest

Post più popolari