Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

domenica 15 giugno 2014

GOLFINO COLORATO


Ho finito qualche sera fa il golfino nei colori del gelato che avevo iniziato. Avevo da tempo, nella mia raccolta di cotoni, 150 grammi di questo filato super colorato, su base color amarena e da tempo volevo anche fare un golfino partendo dal collo, come avevo già fatto una volta. Ho quindi messo insieme le due cose e mi sono messa al lavoro.
 
Come spesso accade la destinataria del gilet era mia figlia, visto anche il colore da bimba. Ho messo 70 maglie sui ferri numero 3,5 ed ho cominciato il collo lavorandolo a punto legaccio. Dopo soli 8 giri ho iniziato gli aumenti, 8 precisamente, che facevo ogni giro sul diritto.
 

Praticamente ho contato 10 maglie ed ho fatto il primo aumento, 2 maglie e un altro aumento, 10 maglie un aumento e dopo altre due maglie un altro aumento. Questa è la larghezza che ho pensato per la manica.
 

Dopo 20 maglie ho rifatto la stessa cosa, con 10 maglie di distanza. Rimanevano a questo punto 10 maglie per il secondo davanti.
 

Come dicevo ho aumentato dalla stessa parte dei due punti ogni volta che mi trovavo sul diritto della maglia. Pian piano ho formato quindi la manica, che ho chiuso con altri giri di legaccio. In realtà ho iniziato il lavoro con gli aghi classici, pensando poi di cambiarli con quelli circolari, ma ho invece tenuto sempre i primi anche se i punti erano tanti.
 
Dopo aver chiuso le maniche ho cominciato a fare il punto pavone, che però si vede poco a causa della lavorazione del filato, ma da un’idea di onda generale al golfino.

L’ho finito, ho sistemato due (e dico due) fili che sporgevano (il primo e l’ultimo) e il capo era pronto per essere indossato. Ora che le temperature si sono abbassate sarà decisamente utile.
 
Ho dimenticato solo di dirvi che anche quando univo un nuovo gomitolo ho lavorato insieme la fine del vecchio e l’inizio del nuovo, sovrapponendoli per diversi punti e il risultato è stato davvero sorprendente.

Alla prossima.

Lara

14 commenti:

  1. Ciao, sono vanna! Belli i tuoi lavori. Anch'io sono appassionata di uncinetto, punto croce e cucina! Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono le cose che piacciono tanto anche a me... A presto.

      Elimina
  2. Mi piace moltissimo questo golfino e indossato dalla tua bellissima figlia è ancora più bello.
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono orgogliosa di entrambe... ma più della seconda...Grazie. A presto.

      Elimina
  3. bello e bellissima la modella......

    RispondiElimina
  4. Ma che bello!! Dolce la tua bimba!! Mi fai venire voglia di riprendere in mano gli aghi che non uso da.... 20 anni? Il punto croce mi ha rapita, he he...
    Un'abbraccio e buona settimana
    Woody

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ha rapita in modo davvero meraviglioso e i tuoi lavori parlano di un fascino e un amore speciale per il punto croce... ma potresti sempre riprendere i ferri, in ogni momento... A presto.

      Elimina
  5. Bello bello, le sta molto bene. Anch'io mi sto abituando a lavorare top down e al vantaggio di non dover cucire i pezzi alla fine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello di non dover cucire insieme i pezzi è un aspetto davvero meraviglioso... A presto.

      Elimina
  6. Che amore la tua dolce signorina.indossa benissimo il suo nuovo golfino...hai fatto un capolavoro...bellissimi i colori!!hai spiegato tutto il percorso per farlo,aimè non so lavorare a maglia ma chissà!!!un bacione

    RispondiElimina
  7. C'è sempre tempo per imparare qualsiasi tecnica: io ne ho in mente alcune in cui vorrei cimentarmi presto. Grazie della visita. A presto.

    RispondiElimina
  8. Mi piace moltissimo il colore del filato che hai scelto.
    Il golfino è una meraviglia!
    Non so lavorare a maglia, ma davvero questo tuo lavoro mi fa venire voglia d'imparare.
    Un abbraccio
    Sonia

    RispondiElimina
  9. Ti assicuro che anche il lavoro a maglia sa regalare bellissime soddisfazioni... A presto.

    RispondiElimina