Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

sabato 18 gennaio 2014

UN SOGNO

Questa sera, dopo questo lungo silenzio del blog, dovuto all' assenza del PC e alla mancanza di tempo per fare un post nelle poche ore in cui lo strumento tecnologico era a casa, vi voglio raccontare di un sogno realizzato. No, non un mio sogno, ma quello di un'amica che è riuscita a realizzarlo. 

Sono passati alcuni anni da quando, incontrandoci per un progetto comune che coinvolgeva i nostri figli, ci siamo messe a chiacchierare e in un momento di tranquillità mi ha raccontato che da tempo aveva cominciato a scrivere storie, per il semplice gusto di farlo e perché era divertente e rilassante per lei trascorrere un po' del suo tempo libero scrivendo.
Subito ho trovato davvero interessante questa voglia di raccontare e in parte raccontarsi e l'ho esortata a continuare, a dedicarsi con passione a questa attività perché quando si ha un sogno è giusto credere che possa avverarsi, perché maggiore è l'impegno con cui ci si dedica, maggiori sono le possibilità di riuscita. 
Pochi giorni dopo mi ha consegnato l'agenda dove aveva scritto un romanzo d'amore, pregandomi di leggerlo. Io non m'intendo di romanzi, non sono un'esperta e la storia è piacevole, romantica e sentimentale, ma secondo me era importante la sua voglia di scrivere, di raccontare, di rivolgersi alle persone attraverso ciò che scrive.
Marina è mamma di due figli e moglie come noi, con tanto lavoro da fare in casa e per il lavoro di suo marito. 
Quando in estate aiuta la sua famiglia con il bestiame in alta montagna osserva, pensa, sogna, immagina e scrive.
Così ha scritto poesie, filastrocche, racconti che parlano di animali del bosco, altri brani educativi che raccontano degli uomini e delle donne di oggi, dei nostri posti, delle nostre valli e di sentimenti. 


Orgogliosa e fiera è riuscita a pubblicare proprio quel romanzo che mi aveva fatto leggere e l'altra sera, con molte amiche, ero lì a festeggiare questo traguardo. C'erano altre signore, tutte quelle che le hanno confermato che era giusto che continuasse, e insieme abbiamo ascoltato un brano del suo scritto. Abbiamo mangiato una torta meravigliosa, a forma di libro, con la copertina del suo libro sopra, abbiamo chiacchierato e anche riso molto, ma il vero scopo della serata era il messaggio che volevamo lasciare. Volevamo cioè confermare alla neo-scrittrice che è importante credere nei propri sogni e fare tutto il possibile perché si realizzino, grandi o piccoli che siano.
Allora auguro con questo racconto anche a voi tutti, lettori di questo blog, di poter realizzare un sogno, di tirarlo fuori dal cassetto in cui l'avevate riposto, di spolverarlo e aggiornarlo e di mostrarlo alla persona giusta che vi incoraggerà a proseguire per realizzarlo.
Marina l'ha fatto! Complimenti Marina, continua così....
Alla prossima.
Lara

6 commenti:

  1. Tanti tanti complimenti alla neo scrittrice per tante altre soddisfazioni come questa.

    RispondiElimina
  2. ...proprio così....."è importante credere nei propri sogni e fare tutto il possibile perché si realizzino grandi e piccoli che siano"
    Auguri e complimenti e a te bentornata !!! Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto vero. Credere nei propri sogni è molto importante. A presto.

      Elimina
  3. Sarebbe il mio sogno poter scrivere un romanzo, chissà, forse sarò fortunata come la tua amica. Complimenti a lei. Ely

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me potresti scriverne uno bellissimo, dove metterci anche un po' della tua creatività.

      Elimina