10 DICEMBRE


LE CIARAMELLE

Udii tra il suono le ciaramelle,

ho udito un suono di ninne nanne.

Ci sono in cielo tutte le stelle,

ci sono i lumi nelle capanne.

Sono venute dai monti oscuri

le ciaramelle senza dir niente;

hanno destata né suoi tuguri

tutta la buona povera gente.

Ognuno é sorto dal suo giaciglio;

accende il lume sotto la trave;

sanno quei lumi d'ombra e sbadiglio,

di cauti passi, di voce grave.

Le pie lucerne brillano intorno,

là nella casa, qua su la siepe:

sembra la terra, prima di giorno,

un piccoletto grande presepe.

Nel cielo azzurro tutte le stelle

paion restare come in attesa;

ed ecco alzare le ciaramelle

il loro dolce suono di chiesa;

suono di chiesa, suono di chiostro,

suono di casa, suono di culla,

suono di mamma, suono del nostro

dolce e passato pianger di nulla.

                                                             


  Giovanni Pascoli 

 

Una bella poesia che mi ricorda i primi giorni in cui ho cominciato il mio attuale lavoro: le emozioni, la paura di sbagliare, le facce dei bambini, la voglia di fare.

Alla prossima

Lara

 

 

Commenti

Pinterest

Pinterest
Curiosa nel mio pinterest

Post più popolari