Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

sabato 16 febbraio 2013

M'ILLUMINO DI MENO 3

Ieri è stata una giornata particolare, per chi crede che anche dei semplici gesti possano essere utili al benessere di molti. Per noi di Seurasaari era la terza edizione di questa iniziativa da quando ci siamo incontrate, da quando abbiamo condiviso le nostre passioni, insomma, da quando c'è il blog di Seurasaari.
Purtroppo, però, a causa dell'influenza che non ha ancora smesso di girare per casa, non era possibile incontrarci per organizzare qualcosa con i bambini, come avevamo fatto nelle due volte precedenti.
Ne avevo parlato a scuola, ai miei alunni che hanno dimostrato, com'è giusto che sia, di avere opinioni diverse in merito, perchè nulla si può dare per scontato, ma mi dispiaceva un po' non fare nulla di particolare.  Arrivo quindi a casa verso le 18.00, puntatina al PC, solo per vedere cosa fosse successo mentre non c'ero e...
                                 
scorrendo i blog che seguo trovo questo invito. Due parole con mio marito, poi la telefonata ad un'amica e poco tempo per decidere... di sì, naturalmente.
Alle otto avevo già cucinato, mangiato e sistemato la cucina, pronta per partire, perchè una mezzoretta di macchina ci vuole per arrivare alla biblioteca di Tione.
Le candele all'entrata già avevano una luce particolare, ma per tutto il percorso che portava alla saletta di lettura davano l'idea di intimità, di calore, di qualcosa di positivo.
A turno i lettori hanno proposto brani tratti da diversi libri, con voce diversa, sentita, piena. Noi che ascoltavamo eravamo silenziosi, assorti nei pensieri che uno ad uno uscivano dalle pagine e dalle parole dei narratori. Le luci soffuse, lasciate solo da semplici candele al centro della stanza, aiutavano l'ascolto, la sensazione che alcune cose sono spesso un eccesso a ciò di cui abbiamo bisogno.
E' stata una bella serata, davvero, nata dal niente e subito condivisa, perchè a volte le cose improvvise sembrano più d'effetto rispetto a quelle pensate e ripensate.
Faccio i miei complimenti alle organizzatrici del progetto, che hanno dimostrato di essere in sintonia e di credere nel lavoro che fanno.
Alla prossima.
Lara

2 commenti:

  1. Mi è piaciuto, molto. Mi piace, assai.

    RispondiElimina
  2. Una serata piena di pensieri ed emozioni. Praticamente perfetta!
    Buon sabato, Ely.

    RispondiElimina