IL CONTAGIO





Quello di cui voglio parlarvi oggi non è niente di doloroso, niente di tutti quei discorsi su malattie di chissà quale provenienza, ma è solo il resoconto di una constatazione, di una riflessione fatta in questi giorni.




Da sempre diciamo che incontrarci al nostro knit mette energia, mette voglia di fare, fa progettare sempre nuove cose e il confronto con le altre presenti rafforza ancora di più l'idea. Tutto questo è successo a noi quattro, ma è successo in qualche occasione anche ad altre persone, che ci hanno viste lavorare e si sono convinte a provarci.



In un post molto bello, per esempio, la nostra amica A. aveva mostrato la sua prima sciarpa e in seguito ci ha sempre seguito e ha promesso di mostrarci presto un suo lavoro...



Ma anche le sue bimbe sono sempre molto contente di venire al nostro PIC-NIC, "quello dove lavorano" e secondo me ne hanno compreso appieno il senso.



Mia sorella, dopo aver sentito tutti questi discorsi e seguendoci sempre, un giorno è arrivata a casa e si è ripromessa di finire un lavoro a punto croce che aveva iniziato da tempo... e subito dopo i lavori terminati erano già due! ( Ma di questi parleremo in un prossimo post)



Un pomeriggio di questo settembre assolato discutevo con L. sulla possibilità di cominciare o no nuovi lavori quando se ne hanno altri da finire. Io sostenevo, e continuo a sostenere, che in questo campo la libertà è massima, che il piacere di avviare cose nuove non può essere condizionato da discorsi moralisti... ( Scusate ma io sono così ).



Lei invece continuava a ripetersi che prima si deve finire quello che è iniziato, ad ogni costo, "perchè poi non si prendono più in mano". Credo che molte di voi siano d'accordo con me e che altrettante siano d'accordo con lei, in questo dibattito infinito, ma la cosa importante è ciò che è successo dopo.



Prima di andarsene, L. mi ha detto: "Andrò a ricamare un po'...."



Aveva RIcominciato a lavorare su un asciugamano iniziato l'anno scorso, di quelli che " non si guardano più"....



E il lavoro finito è già pronto per Natale.



Mi ha fatto capire in seguito che tutto questo discorso è stato CONTAGIOSO, che ogni volta che viene a casa mia, torna a casa infettata da questo meraviglioso virus e che per curarsi deve METTERSI AL LAVORO. (Ricamo, naturalmente)



Io aggiungo, amiche care, che secondo me questo rimedio tiene lontani altri malanni, non lo pensate anche voi?




Allora fatevi contagiare, insieme troveremo il rimedio.



Lara


Commenti

  1. guarda io non inizio i vostri lavori ma seguirvi è un infinito piacere ... i vostri lavori sono prorpio un buon rimedio...
    un bacione

    RispondiElimina
  2. Carissima Lara
    io sono così cagionevole di salute che mi basta un nonnulla per restare contagiata. A me serve un vaccino per non farmi contagiare. Ce l'hai?

    RispondiElimina
  3. Cara anonima paf,
    sapere che ti alletiamo qualche momento della giornata è molto positivo per noi...

    Cara Cinciarella,
    penso che a te non serva nessun vaccino perchè fino ad ora sei stata tu a contagiare me, e che contagio!

    RispondiElimina
  4. Che bel post, mi piace questo risveglio del desiderio di 'fare' con le proprie mani ed insieme alle amiche. Fin da tempi immemorabili le donne si sono riunite per lavorare insieme, quasi un coro.
    La creatività, cioè il rimedio di cui parli, tiene davvero lontano i malanni!

    RispondiElimina
  5. Ehi, io sono stata contagiata! Evviva! :)

    RispondiElimina
  6. Per L.:
    Verrai ancora ai nostri knit, adesso che ti abbiamo contagiato?

    RispondiElimina
  7. L'ultimo knit è stato proprio bello, sarà stato il caffè "Doppio", sarà stata Lara euforica come non mai, sarà stata la presenza di L.(cosa hai pensato di noi?), saranno state le proposte culinarie di Baby, o il lavoro segreto di A., è stato un Super Knit!!
    Ah! ecco cos'è stato ............ IL CONTAGIO!!!

    RispondiElimina
  8. Carissime,
    partecipare ai vostri knit è davvero rigenerante.
    Mi fate sorridere chiamando il mio “esperimento di ricamo” come un nuovo lavoro… Comunque grazie per l’incoraggiamento…

    ...e grazie per avermi contagiata!!!
    A presto
    A.

    RispondiElimina
  9. Che bello, che bello questo contagio! Sono contenta che per tutte voi sia una cosa positiva... Vi assicuro che non sarà facile guarirne e ad ogni nuovo knit le novità saranno così tante che... A presto, a tutte

    RispondiElimina
  10. BRAVA scritto in maiuscolo alla mia sorellona che giorno dopo giorno scrive sempre meglio con foto stupende (oltre la maglia è la sua passione) e di sfuggita ospite del vostro ultimo Knit anch'io in modo diverso sono stata contaggiata.... PS: per le amiche del knit chi volesse comperare le orchidee dell'unicef lo dica a Lara (le vendo con i ragazzi della cresima) ciao e grazie Norma

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari