Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

martedì 22 febbraio 2011

S-coperte

Qualche tempo fa, Marisa mi ha mostrato delle vecchie coperte confezionate all'uncinetto da sua nonna. Le ho trovate interessanti per i materiali poverissimi usati, per la ricerca dell'accostamento del colore e per aver resistito per così tanti anni. Gliele ho chieste e sabato scorso, con le coperte sottobraccio e la macchina fotografica sono andata nel bosco qui vicino per fotografarle e farne poi un post di questo blog.



Di ritorno, scendendo il ripido sentiero, ho visto in mezzo all'erba e alle foglie secche prima una pervinca poi una viola e la veronica persica fiorite. Non me l'aspettavo, in fondo siamo ancora in febbraio e solitamente in questo mese spesso c'è ancora la neve.



Più avanti trovo anche un crocus e una pratolina e questa è la prima scoperta: è primavera!





Arrivata alla porta d'ingresso di casa mia mi fermo a parlare con la mia vicina che mi dice che anche lei possiede coperte della sua nonna e me le va a prendere.



Poi si ricorda di averne anche una della mamma del marito e mi va a prendere anche quella. Scopro così, e questa è la seconda scoperta, che altri possiedono vecchie coperte salvate dalla modernità che ci porta a buttare il vecchio e ad acquistare cose di minor valore purchè siano nuove fiammanti.



Ho osservato con tenerezza queste coperte realizzate forse con lana di vecchie maglie disfate, per non buttare niente o con lana acquistata a poco a poco, in piccole quantità. La mia vicina infatti si ricorda quando andava al mercato con la nonna che ogni volta si fermava al banchetto della lana e acquistava qualche matassina colorata per aggiungere una o due righe alla coperta che adesso appartiene a lei.





A questo punto vorrei fare un invito a tutte le nostre lettrici. Se possedete delle vecchie coperte fatte a mano, inviateci una foto (possibilmete una della coperta intera e una di un particolare) a seurasaari.shop@gmail.com entro il 31 marzo 2011, dopo questa data, tutte le foto pervenute saranno pubblicate su questo blog e noi avremo un piccolo archivio di lavori fatti a mano.



Per ultimo vi devo confidare che non ho resistito e alcune di queste coperte le ho fotografate sul mio letto, così... per vedere come stavano!

12 commenti:

  1. Queste coperte hanno una bellezza unica perchè passata attraverso le generazioni, di mano in mano, rispecchiando il lavoro prezioso di quante hanno lavorato con materiale di recupero ma tanta tanta fantasia nell'accostamento dei colori che parlano di ognuna di queste grandi nonne, zie, mamme.... Cercherò coperte di questo tipo e manderò le foto, perchè quest'idea mi piace molto. GRAZIE.

    RispondiElimina
  2. belle queste coperte, queste foto colorate, questa testimonianza di affetto!
    mi piace anche l'iniziativa "fruga-fruga" negli armadi! ho anch'io una coperta che ha resistito alle scampagnate, ai figli, alle smozzicate di un cane...da domani galleria fotografica quindi...

    RispondiElimina
  3. Queste coperte sono bellissime e preziose. Sono state fatte tanto tempo fa quando tutte le nonne sapevano lavorare a maglia e all'uncinetto e trasmettevano alle figlie ed alle nipoti la loro fantasia e creatività. Trovo questa iniziativa molto bella e interessante.

    RispondiElimina
  4. Allora sono io l'unica con nonne e zie senza fantasia? Nessuna coperta fatta con amore e tramandata con un senso di eternità, facevano maglie e calzini, con lanacce purissime ma che pizzicavano la pelle...meno male che niente è sopravvissuto!

    RispondiElimina
  5. Anch'io ho dormito al calduccio sotto coperte fatte da mia nonna, e in casa nostra c'erano sempre coperte, copertine, scampoli di copertina per riscaldare il sonno, il pisolino quotidiano, per fare pic-nic nel prato ...
    Quanto è bella questa idea, Graziella! GRAZIE!

    RispondiElimina
  6. Beh sembra che ultimamente queste piastrelline facciano impazzire il popolo creativo...io ricordo le coperte della mia nonna, ma non se n'è salvata neppure una... ti mando una foto via mail, non è una coperta vintage ma a me piace moltissimo
    ciao Grazia

    RispondiElimina
  7. Bellissima l'idea del come dice Cati "fruga-fruga", sono sicura che arriveranno tantissime foto, una coperta fatta a mano di sicuro bella,non può stare in un armadio, facciamola vedere al mondo.

    RispondiElimina
  8. la mia vecchia coperta l'ha fatta ai ferri la mia mammma mentre ero nella sua pancia a scalciare....la conosci bene ma ti mando presto una foto xxx
    Però ne ho un'altra più recente ma altrettanto significativa per me: ho chiesto a tutte le donne della mia famiglia di fare un quadrato (o più) ai ferri, poi la mia zia g e la nonna telli li hanno cuciti tutti insieme. Ogni notte la vostra-nostra coperta mi regala calore e dolcezza. Posso mandarti anche questa anche se non è così vecchia?

    RispondiElimina
  9. Certo, mi aspetto fotografie di coperte da tutte, tutte quelle che avete fatte a mano e che hanno un particolare significato per voi.Ho già lo spazio pronto, le metterò nella pagina "Le vostre coperte". Grazie a tutte, in particolare alla nostra nuova follwer Magike Mani.

    RispondiElimina
  10. ... s.coperte uniche ... invierò al più presto le mie foto se tecnologicamente ci riuscirò altrimenti vi porterò le coperte dal vivo e alla foto reporter del gruppo lascio l'incarico ...
    siete fantastiche ... a presto

    RispondiElimina
  11. Passate le "sante" feste del carnevale vi farò avere le foto delle mie coperte.
    Fatte dalla nonna e anche da me.
    Le coperte scaldano il cuore e suscitano sempre bei ricordi.E' un'idea bellissima! A presto Rosy

    RispondiElimina
  12. ciao ! guarda qui http://www.flickr.com/photos/zagara/2169575820/in/set-72157603258443867/

    RispondiElimina