Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

sabato 19 febbraio 2011

18 FEBBRAIO: M’illumino di meno!

Ma come potevamo non aderire ad una così bella iniziativa? Per chi non la conoscesse, M’ILLUMINO DI MENO è una promozione al risparmio energetico che la trasmissione radio Caterpillar ha messo in onda e fortemente sollecitato in questi ultimi anni. Oggi l’invito a spegnere le luci è arrivato anche dal nostro comune e noi lo abbiamo subito colto con favore. In occasione della giornata particolare ho anche portato, con le mie colleghe, i miei alunni in visita ad una centrale idroelettrica, per confermare la validità del percorso. Lì ogni bambino ha ricevuto un salvadanaio.... chissà come lo useranno!?



Marisa nel pomeriggio ha mandato a tutte un sms che diceva: “ Oggi knit da me. Portate una candela.” Era chiaro: anche il nostro Knit- time poteva e doveva dare un segno. Ci troviamo volentieri e cerchiamo di sfruttare fino in fondo la luce del sole che entra dalla finestra e che oggi sembra più forte. Le tre bambine sentono subito aria di festa e cominciano a giocare con le stelle filanti che la zia Graziella ha portato loro. In fondo è anche carnevale e così la festa è doppia. E poi la festa è proprio vera, ci sono persino i pasticcini e le “chiacchiere” di carnevale. Quando poi comincia a scendere il buio ecco le candele, luminose e colorate, che creano atmosfera. Certo, non riusciamo a lavorare così, ma ci godiamo il messaggio!


















Torniamo quindi a casa, le luci del paese sono spente, la luna sta sorgendo dietro la montagna e sembra piena, uno spettacolo. Con mio figlio, che si è fatto coinvolgere appieno dall’iniziativa, decidiamo di preparare la tavola al lume di candela e di aspettare il papà perché “stasera è proprio bello!” dice.



Cominciamo a raccontare storie durante l’attesa e… lui quasi si addormenta. Ceniamo e poi a nanna. Credo proprio che qualcosa possiamo aver trasmesso ai nostri figli e che si ricorderanno a lungo di questa serata speciale. Ora dovremo continuare a trasmettere loro l’idea che il risparmio si può fare ogni giorno, ogni momento, non solo per i soldi, ma per un’idea di recupero dell’ambiente, delle risorse, della terra. Partiamo dai piccoli!
Lara.

10 commenti:

  1. condivido pienamente il messaggio di caterpillar che tante città hanno fatto loro.chissà perchè però non ci pensano quando mettono le luminarie di natale (che a me fanno un sacco di tristezza...),ma solamente in quest'occasione. lavorarci con i bambini dà sempre grosse soddisfazioni perchè sono i primi poi a dare suggerimenti e a correggerci se non abbiamo comportamenti virtuosi...
    ma i maglioni,si sono allungati ugualmente?

    RispondiElimina
  2. Tutte sappiamo lavorare senza guardare, a che serve la luce se non per vedere il risultato finale?

    RispondiElimina
  3. eh sì, la classe non è acqua! e quanta ne deve passare sotto i ponti prima di arrivare alla vostra maestria! mi rifarò quest'estate, spero

    RispondiElimina
  4. Con foto così suggestive (mi piacciono molto i bimbi che disegnano al lume di candela) sembra una bellissima favola. E' un insegnamento molto importante.

    RispondiElimina
  5. Sì, certo, sappiamo lavorare senza guardare ma quando sono senza occhiali mi si inceppano le dita, figuriamoci senza luce!

    RispondiElimina
  6. Io non so proprio lavorare senza guardare, però il knit a lume di candela è stato come vivere una bellissima fiaba. Brava Marisa che hai allestito un contesto speciale, anche per le bimbe, e brave tutte noi che ci abbiamo creduto. E che poi a casa, ognuna a suo modo, abbiamo cucinato e mangiato con la sola luce delle candele. Da rifare!

    RispondiElimina
  7. Finalmente a casa mia funziona di nuovo interne! E sapete qual è stata la prima cosa che ho controllato? La posta? NOOO!Il meteo? Ma no: Oggi so che tempo c'è e domani non m'interessa! Ma carissime, il vostro blog, che ho trovato con un sacco di novità, ma la più magica è stata quella della giornata m'illumino di meno. Brava Lara, per i messaggi così importanti che porti e concretizzi sul lavoro,. A presto e buona settimana a tutte. A

    RispondiElimina
  8. Giornata speciale per tutti grandi e bambini,e' stato un knit fantastico! da ripetere e perchè no, anche di più di una volta all'anno. Grazie amiche del knit, a prestooooooo.

    RispondiElimina
  9. M'illumino di meno ... quest'anno non sono potuta andare con lara e i suoi alunni ma con il pensiero c'ero e poi l'entusiasmo dei porcellini arrivati in classe è bastato a illuminare tante zone scure ... grazie lara e continua così anche se a volte sei una goccia in mezzo al mare ...

    RispondiElimina
  10. no scusate,ma tutte queste belle cose e poi mai che facciate un salto da me e mi lasciate un braccialetto?
    troppo bello lo voglio!

    RispondiElimina