Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

domenica 22 agosto 2010

Mercatini di beneficenza



E' estate, fa ancora molto caldo ma c'è già chi pensa a preparare i mercatini di beneficenza che si apriranno verso Natale. Capita dunque che al supermercato o per la strada incontri una di queste organizzatrici che ti chiede se vuoi collaborare. Alla tua risposta affermativa è già pronta con misure, colori e tutto ciò che serve (organizzazione, programmazione, pianificazione?) per produrre qualcosa per il mercatino. E' il caso di questo pizzo per asciugamano "crochettato" da una di noi. Io lo trovo molto bello e originale.



Eccolo vicino ad un asciugamano rosso



ma non è male neanche applicato ad una tenda.



Io l'ho fotografato in una cornice e l'effetto è molto bello, ma è un ricamo a punto croce che andrà ad impreziosire un bavaglino per neonato



mentre questi sono sacchetti decorati con pizzi all'uncinetto per contenere cose preziose o anche golose.



Scarpine in panno



Se le comprerà qualcuno? Sono taglia 0-3 mesi.

sabato 21 agosto 2010

Pisică









Pisică significa Gatto in rumeno. Il gatto è dei miei genitori, il nome glielo ha dato Giovanna, il nostro angelo custode.

martedì 17 agosto 2010

Riciclo



Io e mia sorella, in questi giorni di pioggia, ci siamo telefonate spesso e ci siamo fatte compagnia navigando in internet con il mouse in una mano e il cordless nell'altra. Abbiamo visionato gli stessi link e tra questi anche Melanie Falick Books dove scorrendo il cursore fino a Galleries abbiamo scelto Alabama Studio Style Gallery rimanendo sorprese dalla bellezza e originalità delle sue creazioni. Derivano tutte da scarti di vecchie magliette o altri recuperi in jersey opportunamente trattati ed elaborati. Il risultato è molto bello e le sue raffinate creazioni più complesse sono vendute a migliaia di dollari. Domenica scorsa, quando io e mia sorella ci siamo trovate, abbiamo esibito i nostri piccoli lavori fatti all'insaputa l'una dell'altra e ispirati a questi link. Nella prima fotografia una maglietta eseguita da mia sorella per sua figlia.



Una tovaglietta all'americana e una presina.



Una maglietta con il nome del blog.

Regalo


Quando fai un regalo realizzato con le tue mani ,questo è un golfino ma potrebbe essere una torta preparata e poi cotta nel tuo forno, un grembiule o una presina cucita con la tua Singer, la persona che lo riceve percepisce che anche se il regalo è piccolo, hai messo il tuo tempo, la tua passione e le tue capacità per lei.



Se poi, chi lo riceve ti invia una foto con una splendida bambina che indossa il tuo lavoro.... beh, il piacere di averlo fatto per lei si amplifica all'infinito.


Ecco la small model. Non è bellissima?

mercoledì 11 agosto 2010

Pizzi pizzetti merli merletti




Bordo per tenda molto ben realizzato.

Bordo per tenda e sotto bordo per asciugamano, eseguiti da altre 2 differenti amiche con lo stesso impegno e con il medesimo eccellente risultato.

Questi pizzi, pur essendo molto diversi tra loro hanno una particolarità: sono stati eseguiti per essere regalati.
Io trovo che realizzare qualcosa con la soddisfazione e il piacere di eseguirla e poi regalarla, donando così il proprio tempo libero e la propria creatività, sia qualcosa di veramente apprezzabile. Questi bordi sono stati eseguiti da tre persone diverse e regalati ad altrettante amiche che hanno tutte gioito nel riceverli e prontamente esposto allo sguardo di tutti, come per far conoscere a tutti l'attenzione e l'affetto ricevuti.

Estate


Colori, profumi, sapori per la gioia dei sensi


e ancora colori e profumi.

domenica 8 agosto 2010

Krapfen


La giornata non può che iniziare alla grande se trovi sul piano della cucina a casa della mamma un vassoio di krapfen alla marmellata o alla cioccolata e accanto due ciotole di fiori ed erbe profumate. Ce li ha preparati Maria e disposti così, con molta grazia.


Grazie Maria!

giovedì 5 agosto 2010

Old works


Due estati fa, visitando una città del nord Europa ho visto in una vetrina questo golf. Come al solito mi sono detta: lo voglio fare anch'io. Sono entrata nel negozio e a qualche maniera io e la commessa ci siamo capite e ho acquistato la lana ( di un altro colore, c'erano solo due varianti) con le istruzioni... in inglese! Una volta tornata a casa, ho preso la mia lana, le mie istruzioni per cercare di capire qualcosa. Sulla fascetta della lana Garnstudio trovo l'indirizzo internet e subito provo a vedere cos'è: meraviglia, c'era di tutto, comprese le istruzioni del mio golf in molte lingue ma non in italiano. Ho trovato comunque un sacco di modelli ai quali ispirarmi, e qualche giorno fa riaprendo il sito ho scoperto che ci sono anche le istruzioni di112 modelli in italiano. Fantastico.

Io però il mio golf l'ho fatto con le istruzioni in inglese.

Non è venuto male,

ho sbagliato la taglia.

Il filo


Nell'ultimo knit, ognuna di noi aveva terminato il proprio lavoro (la copertina, il maglioncino, il pizzo per la tovaglia e una vezzosa canotta) ma nessuna di noi ha voluto mancare all'incontro nonostante gli impegni per qualcuna di lavoro per altre famigliari. E come mi ha scritto in una mail una di noi, "C'è un filo che ci lega tutte che è a volte di cotone a volte di lana, a volte è colorato, altre volte è bianco o naturale, ma sempre ha la capacità di unirci, anche se ci conosciamo poco, anche se ci scopriamo a volte così diverse, ma questo filo sembra avvolgerci ogni volta che ci troviamo". Sono d'accordo. Questo filo si chiama passione per il knit!
Quel giorno, ognuna di noi ha improvvisato qualcosa, (nella borsa non mancano mai, ferri, uncinetto e qualche gomitolo di filato) e ne è nata questa collana in cotone colorato e altre piccole cose come fiorellini all'uncinetto, un piccolo punto croce ecc.
Io ho dovuto sospendere il mio lavoro per giocare a parrucchiera con una delle bimbe che aveva bisticciato con l'altra

ma poi si sono riappacificate, tant'è che è stata scattata questa splendida foto.

mercoledì 4 agosto 2010

Ceropegia


E' un piacevole e inaspettato regalo di una delle mie amiche del knit. E' una pianta particolare, assolutamente insolita che ho gradito tantissimo. Nella mia vita in varie occasioni ho ricevuto orchidee, ficus, primule, ciclamini ecc.. ma ceropegie ovvero "Collana dei cuori" mai. L'ho subito messa, come consiglia Laetitia Maklouf nel suo libro "Smalto, rossetto e pollice verde", su un piccolo trave in legno vicino alla cucina. Si è subito intristita però, non so perchè.

Allora l'ho spostata, l'ho messa sulla libreria vicino alla luce della finestra.

E ho scoperta che alla mia Ceropegia piacciono i libri. E' diventata bellissima.

martedì 3 agosto 2010

Escursione a Cima Pissola


Cima Pissola è a 2063 mt e recentemente è stata interessata da un progetto per il recupero delle baracche militari, trincee, postazioni dell'artiglieria e altri ricoveri realizzati a ridosso della prima linea italiana durante la Grande Guerra su questa Cima. In questa fotografia si vede Malga Narone, sulla destra del percorso prima di arrivare alla Cima.

Accanto ad una dei primi ricoveri militari incontrati sul percorso si trovava questa cisterna per raccogliere l'acqua. Vi è cresciuta la Silene rupestris. Chissà se ha ingentilito anche la dura vita dei soldati che hanno vissuto qua durante la guerra.

Poco più avanti la Calluna vulgaris (Brugo).

Non erano i soldati a scavare le trincee bensì gli "zappatori" ovvero gli abitanti dei paesi sottostanti.

Un sentiero che portava alle tricee e una postazione per l'obice.

Pulsatilla alpina

Adenostyles alliariae

Un primo recupero di due edifici adibiti l'uno come deposito munizioni e l'altro come magazzino per alimenti vestiario e altro. I soldati non usufruivano in alcun modo di questi ricoveri, dormivano tutti nelle tende canadesi nello spazio circostante sia d'estate che d'inverno. Durante il periodo bellico,hanno vissuto qui circa 1000 militari.

Altra veduta del recupero di altri ricoveri.

Le pecore se la passano benissimo, ignare del sangue versato sui pendii erbosi dove tranquillamente brucano.

Saxisafraga paniculata, sulla strada del ritorno.


E la nigritella dal meraviglioso profumo di cioccolato che ricordo fin dalla mia infanzia.

Lago delle Maresse di una bellezza da togliere il fiato. Peccato che sembra sia destinato a morire soffocato dalle alghe.

Altro piccolo laghetto del quale non ricordo il nome.

Malga delle Maresse e poco dopo fine dell'escursione.