Escursione a Cima Pissola


Cima Pissola è a 2063 mt e recentemente è stata interessata da un progetto per il recupero delle baracche militari, trincee, postazioni dell'artiglieria e altri ricoveri realizzati a ridosso della prima linea italiana durante la Grande Guerra su questa Cima. In questa fotografia si vede Malga Narone, sulla destra del percorso prima di arrivare alla Cima.

Accanto ad una dei primi ricoveri militari incontrati sul percorso si trovava questa cisterna per raccogliere l'acqua. Vi è cresciuta la Silene rupestris. Chissà se ha ingentilito anche la dura vita dei soldati che hanno vissuto qua durante la guerra.

Poco più avanti la Calluna vulgaris (Brugo).

Non erano i soldati a scavare le trincee bensì gli "zappatori" ovvero gli abitanti dei paesi sottostanti.

Un sentiero che portava alle tricee e una postazione per l'obice.

Pulsatilla alpina

Adenostyles alliariae

Un primo recupero di due edifici adibiti l'uno come deposito munizioni e l'altro come magazzino per alimenti vestiario e altro. I soldati non usufruivano in alcun modo di questi ricoveri, dormivano tutti nelle tende canadesi nello spazio circostante sia d'estate che d'inverno. Durante il periodo bellico,hanno vissuto qui circa 1000 militari.

Altra veduta del recupero di altri ricoveri.

Le pecore se la passano benissimo, ignare del sangue versato sui pendii erbosi dove tranquillamente brucano.

Saxisafraga paniculata, sulla strada del ritorno.


E la nigritella dal meraviglioso profumo di cioccolato che ricordo fin dalla mia infanzia.

Lago delle Maresse di una bellezza da togliere il fiato. Peccato che sembra sia destinato a morire soffocato dalle alghe.

Altro piccolo laghetto del quale non ricordo il nome.

Malga delle Maresse e poco dopo fine dell'escursione.

Commenti

  1. Grazie per averci mostrato un angolo di mondo sconosciuto ai più....

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari