MANI CHE FANNO


Una delle cose che mio marito ha sempre amato e che io amo con lui è il Natale e se a me piace il mio albero stile tirolese rosso e feltro, lui non potrebbe immaginare la nostra casa senza presepio… ed è una cosa che mi piace molto. Fin da quando era piccolo il mio primo figlio e lavoravo via tutto il giorno, tornavo spesso a sera nelle prime giornate di dicembre e trovavo meravigliose creazioni di legno e prodotti naturali che facevano bella mostra di sé sul presepio e che insieme avevano creato per questo scopo. All’inizio il nostro grande presepio ci faceva spostare un po’ i mobili, occupava mezza stanza dove guardiamo la tv, ma ci stava.
Ora la famiglia è cresciuta, la casa si è riempita ancora e le casette del presepe sono aumentate in numero e dimensioni, tanto da costringerci a “costruire” il nostro presepio sul terrazzo.

Il vantaggio, se volete coglierlo, è quello che molte persone possono ammirarlo passando da casa nostra, perché ogni volta che succede noi siamo contenti.

Quest’anno è successo che circa un mese fa i miei due figli minori hanno deciso di mettersi a costruire una nuova casetta per ciascuno.




Legnetti, assicelle, fil di ferro, tutto ciò che chiedevano al papà o che vedevano intorno al loro banco di lavoro poteva essere utilizzato.
 

La pistola della colla a caldo era accesa, qualche volta usavano il trapano e il seghetto con la supervisione di mio marito,  ma anche il cacciavite, il martello ed altri strumenti che in quel momento sembravano utili.
 
 

Stavano giù in garage soprattutto nel primo pomeriggio, quando era più caldo e c’era più luce, ma ugualmente dopo un po’ tornavano in casa per scaldarsi con una cioccolata calda.
 
Domenica scorsa, finalmente, le case hanno trovato la loro collocazione sul nostro grande presepio, tutte le statuine sono state collocate con il proprio perché e la propria storia, le montagne sono state innevate e tutto è pronto.
 
 

Ed ora finalmente ve le mostro, ringraziando soprattutto mio marito per aver trasmesso ai miei figli la passione per la manualità e per le cose fatte con passione.

Alla prossima.

Lara.

Commenti

  1. ...un grandissimo lavoro, un bellissimo lavoro, una meritatissima soddisfazione!!! Anche io ho sempre fatto e faccio il presepe, ogni anno sempre lo stesso, ma diverso, quello che facevo con i miei figli quando erano piccoli .....e mi ricorda tutte le loro esclamazioni e storie ........E' Natale !!!! Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bella storia che si ripete e ci accomuna... ed è presto Natale. Grazie e a presto.

      Elimina
  2. bello questo coinvolgimento di tutta la famiglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche volta rimpiango di non poterci stare ancora di più, con la mia famiglia, ma già sono molto fortunata... Grazie e Buon Natale...

      Elimina
  3. Anche io adoro il presepe e mi piace la tua famiglia all'opera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lorenza, il presepe è un gran bel simbolo: mi alzo al mattino e accendo le luci che mi fanno compagnia... A presto.

      Elimina
  4. Risposte
    1. Grazie Ely, sono contenta che ti piaccia... A presto.

      Elimina
  5. che famiglia meravigliosa anno dopo hanno avete condiviso e fatto crescere il vostro presepe e questìanno i piccoli hanno costruito pure loro!!bravissimi e complimenti...a tutti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E di anni ne sono già passati diversi, ma il presepe li riporterà sempre a casa, ne sono sicura... A presto.

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari