Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

venerdì 15 gennaio 2016

UN ANGELO COME TANTI

Durante le feste natalizie avevo voglia di “creare” qualcosa di nuovo, che non avevo mai fatto e che fosse adatto ad arricchire il Natale.
Recandomi per fare acquisti in un negozio di cartoleria, articoli per il fai da te e di tutto un po’, vidi degli angioletti tenerissimi, fatti con un cuoricino bianco, una pallina di legno, e nastri bianchi e rossi per le ali e il vestitino.
Ho comprato l’occorrente ma non i nastri, perché subito mi è venuto in mente che avrei potuto fare una parte con l’uncinetto, mentre per le ali avevo già in casa del nastro dorato.
Sono arrivata a casa, ho cercato tra i miei gomitoli il cotone rosso ed ho creato il vestitino proprio “su misura”,  aumentando di volta in volta i punti necessari perché l’angioletto avesse un abitino abbastanza grazioso.
Ho cucito le ali dorate, legate con un altro nastro rosso, ho ricoperto la testolina con un altro cordonetto dorato e infine ho disegnato la faccia e messo puntini di colla glitter qua e là.
Ero orgogliosissima ed ho pensato che avrei potuto farne altri da ricamare a Natale o, con altri colori, trasformarli in bomboniere simpatiche.
Pensavo di aver fatto qualcosa di originale, anche se avevo visto il campione in un negozio… chissà perché…
Un giorno, anzi una sera, in cui sono andata a vedere un mercatino in un paese qui vicino, ho trovato una ragazza che aveva fatto degli angioletti bellissimi con lo stesso modello… ed ecco… il mio non mi sembrava più tanto bello…
Poi col tempo mi sono detta che il mio è particolare perché il vestito è a crochet, ma da quel momento non ne ho fatti altri…
Cercherò forse di modificare colori o modello… vi farò sapere se mi tornerà la voglia di rimettermi in gioco…
Alla prossima.
Lara. 




domenica 3 gennaio 2016

NUOVO INIZIO

E’ iniziato un nuovo anno, il 2016, ed io non vi ho ancora fatto l’augurio che preferisco è cioè quello di trovare il tempo necessario per fare quello che vi piace e se quello che vi piace ha  che fare con fili, lane, punti e aghi l’augurio è doppio.
La tavola pronta per i miei ospiti a Capodanno: Buon 2016!!!
In ogni caso per il mio inizio anno voglio mostrarvi un paio di scarpette che ho fatto qualche giorno fa, con qualche grammo di lana e un po’ di nastro a quadretti bianchi e verdi.

Ho preso il modello da una rivista molto nota, ma ho cambiato il “finale” nel senso che ho terminato la scarpina con dei gettati che, con il nastrino, permettono di tenere la scarpina ben ferma e non lasciare il piedino al freddo.

Mi è piaciuto molto il punto utilizzato sul piede, che ho deciso di utilizzare prossimamente per un altro progetto da neonato.

Volete sapere quale sia l’unico difetto di queste scarpine? Ecco, mi fa un po’ ridere, ma queste scarpine probabilmente andranno bene ad un bambino che ha già compiuto qualche mese di vita… Perciò non potranno essere regalate ad un nuovo piccino ma a qualcuno che magari se le sa già togliere da solo, tirando semplicemente il laccio verde…

Che dite? Vi sono piaciute? Spero di poterne fare altre presto, magari della misura giusta…
Alla prossima.
Lara