Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

mercoledì 27 novembre 2013

SCALDACOLLO CALDO CALDO


Dopo che avevo ormai finito la mantellina rosa, mi erano rimasti due gomitoli di lana morbida morbida. Rosa come un bocciolo di rosa, come piace alle bambine, e morbida come un batuffolo di cotone. Ho rimesso 70 punti sui ferri circolari numero 6,5 e mi sono messa al lavoro, prendendo spunto da un modello di scaldacollo che avevo visto in Pinterest: questo.
Il punto grana di riso è un po' più difficoltoso da lavorare con quei ferri, rispetto alla maglia rasata, ma comunque piacevole.
 
Il cuore che volevo copiare mi è riuscito più piccolo perché calavo e facevo il gettato ogni giro, mentre lavorando con i ferri normali ci sarebbe stato un ferro a rovescio tra un calato e l'altro.
In ogni caso il cuore c'è, anzi ce ne sono tre, di cui uno a maglia rasata e due lavorati a grana di riso come il resto dello scaldacollo. 
Ora mia figlia potrà indossarlo e sentirsi ben al calduccio...
Alla prossima.
Lara 

sabato 23 novembre 2013

BABY COPERTA


Certo, avete ragione, non se ne poteva più di vedere sempre e solo la crema di fagiolino rosso, ma una serie di inconvenienti, tipo il PC fuori uso e altri impegni, non mi hanno permesso di scrivere nessun post.
Ora finalmente ho trovato un po' di tempo e così vi mostro una delle creazioni che ho ultimato in questi giorni. A dir la verità è stato molto piacevole terminare questo lavoro perché continuavo a ripetermi che per la prima volta avevo terminato una copertina prima che nascesse il bambino a cui era destinata.
Eccola, come un dolcetto zuccherato, in un barattolo un po' natalizio,

ma eccola ancora mentre la stavo realizzando....
 
e mentre era ancora lontana dall'essere ultimata...
 
Mi piacevano molto i colori, soprattutto perché il verde non era il solito baby, ma un verde salvia molto particolare.
Ho iniziato con l'idea di fare delle fasce regolari, ma non fa parte di me essere troppo regolare, come potreste aver già capito, soprattutto quando posso dar sfogo alla mia creatività.
 
Ho cercato comunque di pensare ad una copertina neutra, da poter usare anche per una bimba, ma il fatto che era destinata ad un bimbo mi ha fatto aggiungere un po' di azzurro, che comunque va sempre bene.
 
Misura senza tirare 60 cm x 75 cm e penso possa andare bene per avvolgerci il bimbo in braccio o per coprirlo nella sua carrozzina o nella culla. La lana è per il 70 per cento pura e l'ho lavorata con i ferri numero 5.
 
E' a parer mio molto morbida, ma non ho usato gli 8 gomitoli che avevo acquistato, bensì uno per colore più un po' di bianco e di verde in più, ma solo perché non ho fatto fasce regolari.

Anche mio figlio in questa foto ha approvato… o scherzava?
Alla prossima
Lara
 

venerdì 8 novembre 2013

RICETTA ORIENTALE

In quest’ultima settimana, soprattutto nei primi tre giorni, non sono stata assente solo dal blog ma soprattutto da casa mia per un bel po' di impegni che hanno riempito le mie giornate appena passate. Per questo motivo ho dovuto rinunciare, anche per la stanchezza dopo la giornata piena, a "due punti" di qualche bel lavoro a maglia. 
Ora finalmente posso godermi qualche momento, ma non vi mostro nulla di fatto a mano, bensì una ricetta orientale, che viene dal lontano Giappone.

Ci (a me e ai bambini) ha fatto assaggiare questo dolce la mamma di un bimbo che frequentava il nostro corso di cucina ed è stato piacevole scoprire un gusto nuovo, particolare, sapendo che aveva origine in un posto così lontano da noi. I bambini l'hanno assaggiato, nonostante sia difficile a volte abituarli a gusti diversi, ed alcuni di loro l'hanno trovato molto buono.
Questi sono gli ingredienti.
Secondo me la crema di fagiolino rosso è fatta con fagiolini rossi cotti e passati come purè; forse si potrebbe sostituire con un'altra crema a piacere...

Ma ciò che mi ha colpito di più è stato l'impegno con cui questa mamma ha descritto tutte le fasi della preparazione, persino con dei disegni...

Ho avuto così conferma che il cibo può unire mondi diversi, che siano vicini o lontani non importa.
Ora voglio provare a rifarlo per la mia famiglia, poi vi farò sapere se ci riesco...
Alla prossima.
Lara

venerdì 1 novembre 2013

NOVEMBRE IN ARANCIONE

Ormai sta diventando una nuova positiva abitudine: quando ho terminato di fare il post per il progetto MESI A COLORI, penso subito al colore adatto al mese successivo. Nel post che riguardava ottobre vi avevo accennato al mio dubbio nella scelta del colore, perchè il colore alternativo era l'arancione. Mi guardavo attorno, però, e non vedevo nulla di quel colore, se non qualche casa appositamente colorata per spiccare, qualche cartello stradale e le colonnine poste ai lati delle strade per misurare la velocità delle macchine e la mia borsa multiuso appoggiata dappertutto.

L'arancione è un colore molto caldo, positivo, stimolante e secondo me anche tranquillizzante perchè crea benessere.
Intorno a noi, però, come vi dicevo, un mese fa non si vedeva quasi nulla di quel colore.
E mentre cercavo...
il granoturco iniziava a maturare e a fare capolino tra le foglie quasi secche,
le foglie degli alberi han cominciato a colorarsi, 



quando arrivavo a casa con la macchina potevo godere di questo panorama che mi mostrava le viti autunnali,

sono arrivati frutti pieni di vitamina C per il mio centrotavola autunnale,


ed è arrivata in casa mia la festa di Halloween per i bambini ( questa zucca l'ha scavata uno degli invitati amici di mia figlia con il suo papà).
Allora ho avuto un flash ( si fa per dire): " Forse la natura ci regala ogni anno, in questo periodo, un bel po' di arancione tutto intorno a noi perchè possiamo fare una bella scorta di arancione, come di vitamine, e caricarci prima dell'inverno, incolore e spoglio, che arriverà!?!"
Mi piace pensare così, mi piace pensare che ogni cosa di cui possiamo godere sia un regalo importante, di cui fare tesoro, mi piace sapere che tutto ha una parte molto positiva.
Alla prossima.
Lara
P.S. Uno dei miei desideri sarebbe quello di poter dedicare un po' più di tempo alle foto che penso di fare: quando riuscirò ve ne accorgerete di sicuro!