Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

giovedì 28 giugno 2012

PICCOLO LAVORO

Cosa succede se si mettono insieme piccoli lavori fatti in precedenza?
Spero che la mia cara amica interessata non ne abbia a male se stasera vi mostro il piccolo oggettino che ho fatto per lei. Spesso mi capita di lavorare all'uncinetto e creare fiori che invento di volta in volta, nei colori che trovo in quel momento.
Questo succede quando i lavori impegnativi sono "troppo" impegnativi o quando voglio semplicemente rilassarmi, senza dover calcolare troppo e senza avere troppo caldo. Quindi un po' di tempo fa avevo lavorato a questo fiore rosa, ma aveva poca consistenza per l'oggetto a cui avevo pensato. Era il compleanno della mia amica e volevo fare per lei a qualcosa di hand-made, ma avevo purtroppo poco tempo  (tanto per cambiare). Ecco allora come ho pensato di creare un pendaglio da attaccare ad un portachiavi. Come ho già detto il fiore era poco consistente ed ho creato un cerchio verde, lavorato a punto basso, che desse spessore, al quale ho aggiunto una perlina, per dare un po' di colore in più.
Come non mettere a questo punto una perlina anche al fiore?

Per completare l'opera ho creato una pallina rosa a punto basso, che ho riempito di ovatta. A tinta unita mi sembrava spoglia e così ci ho fatto qualche punto ( si dice "a mano libera" ? Altroché... è molto irregolare)
Ho cercato di assemblare il tutto e nelle fotografie potete vedere il risultato. Lo so, lo so, devo migliorarmi nell'attaccatura, col prossimo ce la metterò ancora di più. Perciò, amiche care, aspettatevi altri portachiavi per il vostro compleanno, se prima non invento qualcosa di diverso...



domenica 24 giugno 2012

LAVORETTO ....

Prima di rendermi davvero conto che l'estate è ormai iniziata vorrei proporvi la visione di un lavoretto che già  due o tre anni fa avevo preparato per la mia classe.
E' la copertina di un quaderno che doveva raccogliere impressioni e commenti sui fatti principali riguardanti il percorso scolastico dei miei alunni: feste, giornate speciali, frasi buffe, disegni liberi...


In realtà è un sogno che mi accompagna da tempo ma nemmeno questa volta si è avverato completamente, perché ad un certo punto il tempo per tenerlo aggiornato era troppo poco... ( Non lo dico per lamentarmi, sia chiaro!)
L'avevo ricamato su un tessuto di jeans in poco tempo, una sera d'inverno, con l'intenzione di terminarlo e portarlo a scuola il giorno dopo. Ecco quindi perché tutto il lavoro era poco articolato e semplice. Tuttavia mi sembra simpatico e divertente...

Dopo aver ricamato il tessuto necessario ho imbottito leggermente la copertina e poi ho incollato il tutto all'interno.
Conoscendomi credo che ci riproverò e cercherò di farne di migliori, intanto guardate questo e commentate, commentate pure!
Grazie Lara

giovedì 21 giugno 2012

DOPO LA PAUSA....

Forse qualcuno si è chiesto dove sia stata in questi ultimi dieci giorni... ecco allora che vi racconto di esser stata in Austria, più precisamente ad Oberau per un soggiorno-studio con i miei ormai ex alunni. Dico ex perchè ora è arrivato per loro il momento di andare in un'altra scuola e per me di rimettermi in gioco, di ripartire, insomma, con altri bambini, con altre caratteristiche, con altri bisogni....
Di questo viaggio mi porterò sempre nel cuore il vedere i bambini che ormai cresciuti sanno essere un po' più autonomi nell'organizzare le loro cose, mi porterò i loro sorrisi, la loro voglia di stare insieme, di ballare, di raccontarsi, di aiutarsi...
Non dimenticherò le mie compagne di viaggio, le colleghe, che ho imparato a conoscere meglio e insieme alle quali ho riso e mi sono divertita.
Non dimenticherò nemmeno

Il panificio dove si poteva gustare un buon caffè....

Fiori che non smettono mai di piacere


Come abbiamo indicato la strada a chi veniva dopo...
Le case tipiche della zona...
Qualche curioso abitante dei boschi...
E poi il pane cotto in un antico forno, gli animatori tedeschi, il caffè lungo, la piscina e la cima della montagna e le notti in cui mi svegliavo...
E con tutta questa positività ora sono pronta a creare anche per voi, ma soprattutto per me qualcosa di unico  e originale, naturalmente hand-made.
A presto Lara





domenica 10 giugno 2012

PAUSA

Ciao a tutti!
Come vi sarete accorti, ( magari mi illudo che qualcuno legga questo blog) da qualche giorno non scriviamo nessun post... Non preoccupatevi! Presto ci faremo sentire e sarà un tripudio di creazioni.
Ora, però, vado via ancora per qualche giorno, farò il carico di novità e tornerò con tanta voglia di fare.
Quindi rilassatevi, godete del primo caldo estivo, ma non dimenticate di ritornare a leggerci fra poco.
Ho scelto questa foto rappresentativa di quanto sono in fermento in questi giorni ....
A presto Lara

domenica 3 giugno 2012

EMOZIONI!

Non potevo che chiamarlo così un post dedicato alle nostre piccole ballerine, davvero! Perché di emozioni abbiamo fatto davvero il pieno, ieri pomeriggio, nella sala del teatro, prima, durante e dopo. Vi avevo già raccontato nel post "eravamo in tante" come ci fosse piaciuto vedere le nostre bimbe ballare dopo solo poche lezioni di danza, ma ieri il saggio era quello finale, completo e non mancava davvero di nulla.
La maestra, nonché coreografa, ha intitolato questo saggio " Danza tra musica e poesia" e la poesia era davvero un incanto: tutto mi sembrava poesia, ieri." La pioggia nel pineto", "S. Martino", "Meriggiare pallido e assorto" e  "Alla sera" hanno rievocato i tempi della scuola... ma era tutto diverso, quasi magico quel ricordo. Le nostre piccoline ( 6 nel gruppo) erano le foglioline che, come agitate dal vento, ieri erano emozionate ( non agitate) e serissime.
Durante l'inverno si sono impegnate tutte a frequentare le lezioni e sono stati pochissimi i momenti di titubanza. Il lunedì è stato per tutta la stagione un momento di incontro e di amicizia ( chissà se per questo ogni volta tutte portavano dolcetti per tutte a fine lezione e sorridevano sempre).
Anche per noi mamme è stato comunque interessante fermarci fuori dall'aula di danza a chiacchierare del più e del meno ma qualche volta facendo anche discorsi impegnati, conoscendoci così sempre meglio.
Insieme dopo aver ricevuto il loro primo attestato!
Ma ieri, che dire, l'emozione è stata grande.... Non avevo più parole per ringraziare la maestra ( non ne avevo davvero e mi sono bloccata davanti ad un solo grazie). E' stata così coinvolgente con loro da riuscire a farle muovere in sintonia, a far loro trovare nei movimenti e nella musica il piacere dello stare insieme.
Ha ballato anche lei, sul palco, e solo ora ho capito che l'ha fatto per sostituire una ragazzina che non c'era...
Ha saputo dare il giusto spazio a tutte le partecipanti, senza protagonismi di alcun genere e il clima è apparso di sicuro piacevole.
Mentre osservavo il palco dove a turno si muovevano ballerine e ballerini coloratissimi, pensavo a quanto fosse inusuale, per noi che in casa abbiamo sempre scarponi e bastoncini da trekking, parlare di scarpette da danza, di punte e di tutù...
Credo che a questa e ad altre scuole di danza si debba il merito di averci  portato poesia ed emozioni così grandi.
Sono convinta che  tutte le amiche del knit che anche ieri erano in qualche angolino della sala per ascoltare la magia, conoscendole,  erano emozionate quanto me e presto in un nostro incontro potremo raccontarci ogni cosa...
P.S. Ho ancora il nodo alla gola!
A presto Lara
P.S. numero 2. Scusate per le foto: troppa emozione!